Ventotto.

09/11/2016

Per tutti rimarrà nella memoria come il giorno che negli USA hanno eletto un buffone col ciuffo inguardabile e la faccia arancione, guerrafondaio, razzista omofobo e misogino.

Per me invece è stato il giorno del mio ventottesimo compleanno.

____________________________

I giorni precedenti son stati densi… ho riflettuto a lungo.

Voglio stare un po’ per conto mio dopo l’ennesima delusione di vedere una persona che solo la sera prima avevo creduto sinceramente cambiata, ritrovata e maturata, comportarsi di nuovo in maniera leggera e senza scrupoli.

Non cambierai mai.

Lo speravo però …che crescendo ma soprattutto grazie alla mia presa di posizione avessi riflettuto su questo tuo non prendere mai una decisione definitiva.

Questo tuo professare l’amore verso una persona ma coltivare il tradimento perpetuo. 

Ci ho sinceramente creduto venerdì scorso.

Che potesse esistere un modo. Un modo per conoscerti più profondo.  

Sabato invece ho avuto quella sensazione di sangue nel cervello che pulsa, nel vederti sparire magicamente con quella e poi ricomparire con quegli atteggiamenti… che delusione. 

Non sei mio non posso ingelosirmi, non lo sarai mai forse a questo punto perchè so che perdi il pelo ma non il vizio, però diamine come posso stare tranquilla…forse non ci hai combinato niente con quella ma io la conosco troppo bene quella faccia da orsetto pacifico.  Tre anni son tanti, potrò non sapere il tuo colore preferito ma ormai certe cose le so. Dimmi pure di tacere e di farmi i cazzi miei ma mi piaci quindi per forza che ci tengo, per forza che mi incazzo. Se volessi ti rovinerei con un click la vita.

Ma non sono qui per questo, vai pure dove vuoi e con chi vuoi.

Tanto torni sempre, torni comunque.

Forse un giorno però non mi troverai più davvero e te ne pentirai perchè in fondo sai quanto valgo.

Salutami…

download

A proposito me ne vado ad Amsterdam a Dicembre.

Mia mamma mi ha fatto un super regalo. Mi sono commossa.

Che figata!! Non vedo l’ora di partire… così magari mi ripiglio un po’

Adesso però voglio godermi tutto Novembre, in santa pace senza crearmi aspettative.

Annunci

4 pensieri su “Ventotto.

  1. Non cambiano le persone. E non le puoi cambiare.
    Mi permetto di dirti di razionalizzare. Lo so che è dura perché il cuore (e anche la chimica) vogliono quello.
    E smetti di aspettare da subito.
    Chi ti vuole non gioca, non fa altro.
    Non sprecare la tua vita nella speranza che un coglione/a cambi, non lo farà.
    Fatti forza, chiudi la porta e non aspettare il giorno che ti sarai stancata.
    Quello sarà il giorno in cui avrai perso tempo e opportunità di trovare qualcuno migliore.
    Molla ora. Datti una data, un giorno a breve e molla.
    Chiudi tutto.
    Pensa a te.

    La vita e breve e dopo ti roderà di aver sprecato tempo.
    Hai 28 anni.
    Vivi e lascia i coglioni ad ammuffire da soli.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...