Esperimenti Social-i

Ogni tanto a caso faccio piccoli esperimenti sociali.
Mi metto in discussione.
Provo a fare quello che fanno tutti per capire come ci si sente.
Di solito scopro che certi atteggiamenti o comportamenti vengono bene solo a determinati soggetti.
Chi non è abituato fa fatica.
Sto preambolo lo faccio solo per introdurre l’ argomento.
Pare che (non so se fosse una fonte attendibile dove ho letto) la mania di farsi selfies sia stata dichiarata disturbo mentale.
[Gianni Morandi escluso.]

Io è da quando ho un cellulare che fa foto che mi faccio tanti autoscatti.
Non voglio vantarmene, né fare la figa che ha anticipato i tempi anche perché compatisco chi pubblica novecentomila foto.
Semplicemente spezzare una lancia a favore dell’autoscatto ad uso personale.
La cosa è nata quando facevo fotografia a scuola. La c’ erano set e luci ma ho scoperto mio malgrado che io non amo far cogliere la mia essenza quando mi fotografano. Senza contare che nelle foto che mi fanno altri nelle situazioni tipo feste, vacanze, ecc mi colgono sempre in pose o espressioni, davvero e dico DAVVERO pochissimo fotogeniche.
Probabilmente la mia vera faccia è quella.
Come sono veri i miei rotolini ecc… Ma essendo cresciuta con la convinzione di essere una cessapedali solo per i miei chili in più, e per la mia estetica non proprio rispondente ai canoni generici, mi sono chiesta: come mi vedono gli altri?
Ma esco male in foto o sono proprio cosi?
Perciò ogni tanto quando facevo un nuovo taglio, o provavo un nuovo stile di make up mi scattavo una foto e cercavo di valutare oggettivamente il mio aspetto.
Poi si cresce ovviamente, entrano in gioco altre consapevolezze, ci si attribuisce valore in modo diverso da quello puramente estetico.
Ma posso proclamare serenamente che alcuni autoscatti mi sono serviti a volermi più bene.
Ad affezionarmi ad alcuni miei difetti.
A capire perché un tempo non sorridevo mai.
Non esorcizzo quindi l’ autoscatto ad uso personale.
Capisco che con l’ avvento dei social in alcuni soggetti insicuri e in cerca di conferme la cosa possa essere sfuggita di mano.
Il particolare che davvero non ho mai compreso è la bocca a culo di gallina.
E niente…allora siccome avevo appena fatto la tinta bionda, e si sa che il biondo porta con se gallinismo, ho voluto provare l’ ebrezza dell’idiozia e ad immortalare il momento.
Ma mi è venuto da ridere.
Poi ho deciso di postare sui social e vedere l’ effetto.

image

Con mio immenso stupore la buffonata è venuta pure bene.
Sono fioccati mi piace da ogni dove.
E ho compreso la patologia.

Comunque…per compensare metto anche una foto vera delle ferie appena concluse.

image

Eccomi qua,un’ intrepida Indiana Jones sotto effetto di stupefacenti, sul trenino delle grotte di Postumia.

Annunci

2 pensieri su “Esperimenti Social-i

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...