Trastulli

Il mio trastullo si chiama S.

Non è un trastullo palpabile ma esiste.

Esiste e sistematicamente quando decido che è troppo piena la mia vita per avere un gingillo virtuale lo lascio stare, lo taglio fuori.

Ma sistematicamente, senza alcun motivo plausibile, quando poi la mia vita torna vuota e noiosa, senza che io lo cerchi S. torna. Come se avesse un qualche radar dell’insoddisfazione puntato verso me.

Torna quasi magicamente a ricordarmi che ho un potenziale. 

Mi tiene alto l’umore. Dovrei vergognarmi a volte dell’egoismo di certi pensieri che faccio. Ma tant’è. 

S. credo che tu in fondo abbia un’insicurezza da superare. Una parte di te che non ti piace. Se mai leggerai questo post sappi che a me pare che tu abbia mille qualità positive e che l’estetica vale molto meno che avere ad esempio le palle per prendere certe decisioni. Ho usato la parola trastullo ma tu sai a cosa mi riferisco e sai che è senza offesa. Un tempo ti aprivi di più ma non posso pretendere nulla e spero che tu sia sincero. Nell’infinito cinismo con cui affronto la vita mi va di confidarti che tu mi fai pensare, a me a quello che voglio e alle tipologie di persone in cui mi imbatto. Non arrivo quasi mai a una conclusione.   

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...