IL MEGLIO PER ME

Ho tenuto le parole migliori per me. 

Non mi andava di mostrartele. 

"Con te ho sentito qualcosa che non ho sentito con nessun altro e che vorrei approfondire."

Come faccio a dire questo? Sulla base di che cosa? Non lo so. Ma spesso ci azzecco.

Pensavo di avere una qualche vaga possibilità e mi sono sbagliata. 

Ho atteso troppo, convinta che ci fosse bisogno di tempo e rispetto.

Convinta di non essere ancora all’altezza. Forse di non poterlo essere mai. 

Come faccio a dire questo? Sulla base di che cosa? Non lo so. 

Può bastare qualche conversazione e qualche effusione a far perdere la testa?

Sì, a me è capitato.

Ti tenevo inconsciamente lontano forse per proteggermi e l’ho scoperto poi, quando ho ripensato a quella sera ormai distante in cui deliberatamente ho finto di non vederti, ho sperato quasi trattenendo il fiato che non saresti venuto a parlarmi, a presentarti. E non lo hai fatto.

Ma mi hai scovato lo stesso dopo. Quella stessa sera, nel modo a me più familiare come se mi conoscessi da tempo, che io preferisco un appiglio più alla lontana che diretto.

Come faccio a dire questo? Sulla base di che cosa? Non lo so. Ma spesso ci azzecco.

Hai colpito con le armi per me più pericolose, il fascino intellettuale, le parole messe al posto giusto nel momento giusto, un po’ di psicologia e un po’ di spudorata provocazione.

Questo mi accende un fuoco dentro che può in poco divampare in un incendio, e quando scopro che mi piace pure la fisicità per me è finita.

Mi hai attivato la modalità fuori controllo, quella che se nel cuore della notte mi dicessi vieni qui, in un secondo avrei già valutato in quanti minuti potrei rendermi presentabile ed essere dove mi vuoi.

La mia ragione mi ha trattenuto spesso. 

Con te ho sentito qualcosa che non ho sentito con nessun altro e che vorrei approfondire.  

Come faccio a dire questo? Sulla base di che cosa? Non lo so.

Sono ancora dell’idea di non essere all’altezza.

I fatti me l’hanno riconfermato. Ma almeno ci ho provato. 

Non sono abbastanza bella, abbastanza magra, abbastanza colta, abbastanza affascinante, abbastanza furba, abbastanza sicura.

Sono solo perspicace, trasparente, curiosa, libera e appassionata.

Ah e un inguaribile ostinata giusto perchè tu lo sappia.

Starai ridendo di gusto. Forse compiaciuto, forse solo divertito.

Come faccio a dire questo? Sulla base di che cosa? Non lo so.

Ma spesso, spessissimo ci azzecco.

La mente più incredibile che c’è è a forma di cuore.

 

Annunci

2 pensieri su “IL MEGLIO PER ME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...