QUALCHE SECONDO E TI INVENTO UNA STORIA

Qualche secondo. Un sorriso accennato di soddisfazione in contrasto con uno sguardo un po’ da compatimento e un po’ perso. Da chi sa il fatto suo.

Mi servono questo tipo di visioni, di scorci della realtà. Mi fanno contenere un pochino il continuo enfatizzare certe cose senza avere le basi per farlo.  Il mio solito costruirmi idee solide e intaccabili su massimo un paio di elementi e nemmeno molto utili.

Il fidarsi della pelle, dell’intuito…ma perchè? Perchè farsi venire poi istinti omicidi quando inizio a sospettare di aver toppato alla grande? 

Perchè temo di non essere in cima a chissà quale classifica? Come se lo fossi mai stata… voglio dire in cima a qualche classifica. Ma chi cazzo mi credo di essere? Come se fossi un disco da recensire di cui il recensore ha ascoltato due pezzi e poi ha messo via. 

Ad esempio se ti dicono dal principio che il film si intitola Stronzo, ed è scritto sul biglietto, sulla locandina, ovunque… è inutile ostinarsi e continuare a dire di essere certi che si intitoli Sogno.

Adesso (vaffanculo) invento una storia così mi sfogo un po’ 

Surry Gate vs Chevelodicoafare. (Povero Official Sponsor….)

Personaggi 

Ameliè Serottarcà: tipica ragazza con un po’ dicervello quindi sfigatella e quindi anonima. Un giorno che camminava sullo Sfondo (come al solito), decide di entrare dalla parrucchiera per darci un taglio e da quando è uscita non è più la stessa. Si dice che con l’autostima acquisita dal taglio abbia scoperto di avere strani poteri che ancora però non riesce a gestire. Ha già un Official Sponsor ma è in cerca di un’agenzia seria che la aiuti ad incanalare tali poteri verso scopi benefici dato che tende ad essere impulsiva. Si fa consigliare sempre dai suoi migliori amici, Luceterna per le questioni morali e Argentovivo per le questioni pratiche. 

Chevelodicoafare: si presenta da sè.  Il brutto che piace. Quello che le donnine hipster anoressiche modelle/fotografe che leggeranno la storia creeranno la sua pagina facebook, faranno sogni erotici su di lui e tenteranno di contattarlo privatamente per scoprire dove abita. La femmina del Chevelodicoafare è Nonvoglioapparire, che non si capisce se non la si vede mai in giro con lui per troppa sicurezza, per rassegnazione o per mancanza di autocontrollo.

Surry Gate: è un piccolo orsetto pastoso. Come ogni orsetto che si rispetti svolge le attività fisiche con dedizione e pelo. E’ amichevole e socievole ma non smodatamente. Ha la bocca grande. Gli occhi buoni. Di solito si fa accompagnare da Sotuttoioetelospiegoanche per gli amici Stiespa che catturando tutta l’attenzione su di sè fa scivolare Surry sullo Sfondo. La femmina di Surry Gate è Guardenfrance… che è molto convincente, ma anche un po’ troppo convinta.

Official Sponsor: lineare, semplice, popolare. Official Sponsor s’è offerto volontario a pubblicizzare Ameliè Sèrottarcà e i suoi poteri. Quasi non si erano ancora presentati che le stava facendo firmare il contratto. Non si comprende quanto benefica sia la pubblicità in questione. Nè tanto meno se sia necessaria in effetti. Come tutti gli Sponsor spesso Official risulta banale, d’intrattenimento (a volte divertente a volte irritante) e soprattutto ripetitivo. Ma è la sua natura. Quindi dove c’è Serottarcà c’è il suo Official Sponsor ed è come una sicurezza.

Adesso la storia devo pensarla e se ho voglia la scrivo, non pressate troppo diobò. 

 

 

 

Annunci

4 pensieri su “QUALCHE SECONDO E TI INVENTO UNA STORIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...