AVERAGE, YOU KNOW, MAKE ME ANGRY

Sognare un altro mondo.. a due ore circa di volo.
Faticare a comprendere i meccanismi delle persone ti fa cercare un posto dove puoi essere solo tra tanti.
Dove respiri musica.
Non esiste posto al mondo con della musica latente nel’aria come quello.
Tu inspiri e focalizzi delle melodie. Peccato che non so suonare nulla.
Ho già addocchiato un paio di case…quelle lì con la porta di legno laccata e le finestre lunghe e strette… potrei farci un nido.
Io, un gatto o due e forse, un giorno, un tu.
Fuga dall’average tipica dei nostri tempi.
Almeno se devo vivere nello spleen senza motivo ci voglio vivere in un luogo stimolante.
Un luogo dove ti viene da guardare in cielo per vedere se lì sopra è uguale a quello dove abiti.
Voglio scappare da tutto.
Dalle cose che son state distrutte, e dalle piccole crepe che si stanno creando anche dove tutto sembrava intatto.
Quando le persone che credevi di conoscere benissimo cambiano in peggio, in modo irreparabile, si creano delle incrinature.
Al punto che ti vien voglia di andare in giro da sola, perchè è l’unico momento in cui non ti senti mentalmente appesantita (escluso Uno ovviamente ma quello conta come parte di me).
Tutto questo in contrsato con la voglia di conoscere  meglio una comparsa.
Quella comparsa che in silenzio muovendosi tra le quinte della mia testa ora sta in primo piano, con garbo ha spinto da parte i protagonisti e ora suona per me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...