PURA VITA

Lui pensa a quello che succede ogni volta che decidono di non sentirsi più e il filo che li collega sembra sul punto di spezzarsi: al senso di vuoto che gli cresce attorno e gli preme sui timpani e gli risucchia l’aria dai polmoni e gli impedisce di stare fermo in un punto.

“Però non è affatto scontato che ci sia, il  filo.”

“No?”

“No. Magari due pensano di essere molto legati, poi appena provano ad allontanarsi scoprono che in realtà stanno benissimo ognuno per conto suo.”

“E allora perché pesavano di essere legati?”

“Perché erano tenuti insieme da una colla di pura abitudine e oggetti e luoghi condivisi e gesti stratificati. E’ una colla così forte da sembrare una saldatura permanente, ma appena uno dei due prova a staccarsi non c’è nessun filo che lo segua.”

“Che triste.”

“Sì. La maggior parte dei legami sono di questo genere, credo.”

“Come fai a sapere che invece il filo c’è?”

“Quando provi a romperlo, e ti trovi in caduta libera attraverso il senso delle cose.”

“E di cos’è fatto questo filo?”

“Di uno scambio continuo di domande e risposte. Sguardi anche solo immaginati.

Assonanze e intuizioni e sorprese, curiosità reciproca che non si esaurisce.

E similitudini, no? E differenze.”

 

                                                                                 ——

 

Elenca i tuoi difetti più grandi (non necessariamente i classifica di gravità):

1-     Pigrizia

2-     Tendenza a rimuovere i pensieri faticosi

3-     Tendenza a oscillare tra le molte alternative possibili a una scelta

4-     L’idea che ci sia sempre tempo

5-     Mancanza di senso pratico

6-     Incapacità di decidere in modo netto e conseguente ogni volta che ci sono dei sentimenti coinvolti.

7-     Instabilità di carattere

8-     Bisogno di attenzione

9-     Desiderio di non deludere le aspettative

10- Tendenza ad esprimere giudizi implacabili

11-  Incapacità di essere dentro le cose in modo continuativo. Tendenza a vederle dal di fuori.

 

                                                                          ——

A ogni qualità corrisponde spesso il difetto corrispondente?

“Tipo?”

“Tipo uno pieno di immaginazione. Ti apre finestre su mondi inaspettati, no? Ma la sua fantasia si è sviluppata a discapito del suo senso pratico,quasi sempre.

Oppure incontri uno estremamente concreto che ti rassicura, senti che puoi contare su di lui. Però questa concretezza estrema ha ridotto molto l’immaginazione.”

“Per esempio uno immensamente buono che ombra ha?”

“E’ probabile che lo sia in modo universale,quindi generico. Oppure la sua immensa bontà corrisponda a un immenso narcisismo, o a un’immensa ottusità”

“Uno che è molto sensibile?”

“E’ probabile che sia anche molto fragile. O molto suscettibile,non so.”

“Uno che è sempre molto allegro?”

“Probabile che sia anche molto superficiale. O molto incurante, che passi sopra alle cose con facilità.”

“Uno molto attraente?”

“Che sia molto ruffiano.”

“Uno molto intelligente?”

“Che sia anche molto egocentrico. O molto poco istintivo. O molto poco semplice.”

“Uno molto semplice?”

“Che sia molto poco complesso.”

“Uno molto istintivo?”

“Che sia molto poco riflessivo.”

“Uno molto riflessivo?”

“Che non sappia mai decidersi a seguire un istinto.”

Ecc.

 

                                                                                 —–

10372501_10204471450321304_3337332718109878857_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...